“Sono innocente, non temo l’arresto. Lo ha detto l’oppositore russo Alexey Navalny, all’aeroporto di Berlino da dove è partito alla volta di Mosca, dove rischia di essere arrestato. “Sono stato bene in Germania, ma tornare a casa è sempre meglio”, ha detto Navalny circondato dai giornalisti mentre si stava dirigendo, insieme alla moglie, verso il suo posto. Stando ad alcune testimonianze, si sarebbe imbarcato per ultimo. “È il miglior momento degli ultimi 5 mesi”, ha aggiunto. La coppia ha anche postato un video da dentro l’aereo, in cui scherzano sul loro ritorno. Intanto a Mosca i colleghi di Navalny, Lyubov Sobol, Ruslan Shaveddinov e Konstantin Kotov, sono stati fermati dalla polizia all’aeroporto di Vnukovo, mentre erano in attesa dell’arrivo del suo volo da Berlino

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Zaki, conclusa l’udienza sul rinnovo della custodia al Cairo: si attende l’esito. Amnesty: “Undici mesi e mezzo di detenzione illegale”

next
Articolo Successivo

Navalny, arrestati i suoi collaboratori mentre lo attendevano all’aeroporto di Mosca. Le immagini

next