In migliaia si sono ritrovati tra giovedì pomeriggio e giovedì sera fuori dallo stadio San Paolo di Napoli, nella serata dello scontro di Europa League Napoli-Rijeka, per salutare il loro idolo, Diego Armando Maradona. I tifosi hanno cantato cori e acceso fumogeni. La celebrazione ha fatto completamente saltare le misure per evitare la diffusione del contagio da coronavirus, creando non pochi assembramenti.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Funerali Diego Armando Maradona, il Pibe de Oro sepolto vicino al padre e alla madre dopo una cerimonia privata: il video

next
Articolo Successivo

La Serie B vuole tornare a 21 squadre: dietro la decisione le elezioni per il presidente Figc

next