Dopo tre settimane dal primo tampone positivo, l’arcivescovo di Milano, monsignor Mario Delpini, oggi si è sottoposto a un nuovo test, che è risultato negativo al Covid-19. A comunicarlo è la diocesi in una nota ufficiale. L’arcivescovo era risultato positivo il 30 ottobre, senza presentare sintomi, e aveva subito iniziato il periodo di quarantena previsto dai protocolli e il tracciamento dei contatti.

L’arcivescovo può dunque interrompere l’isolamento fiduciario, che ha trascorso senza alcuna sintomatologia, e riprendere i suoi impegni pubblici. A partire dalla celebrazione della messa in Duomo, che si terrà domenica 22 novembre alle ore 17.30. Nella nota, monsignor Delpini ringrazia “tutti coloro che in queste settimane hanno pregato per lui” e che gli hanno mandato “messaggi di affetto e incoraggiamento”.

Memoriale Coronavirus

Oggi in Edicola - Ricevi ogni mattina alle 7.00 le notizie e gli approfondimenti del giorno. Solo per gli abbonati.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

LA PROFEZIA DEL DON

di Don Gallo e Loris Mazzetti 12€ Acquista
Articolo Precedente

L’allarme dei medici internisti: “Gli ospedali vicini al collasso, manca personale. Crescente difficoltà a curare i malati cronici non Covid”

next
Articolo Successivo

Emergenza abitativa, corteo tra le strade di Roma contro il governo: “Non possiamo stare a casa se una casa non l’abbiamo”

next