“Non esiste nessuna contea negli Stati Uniti nella quale ci siano stati più voti che votanti. L’informazione fornita da Matteo Salvini venerdì scorso, in chiusura di questa trasmissione, era una notizia falsa. Punto e basta“. Sono le parole con cui il giornalista Simone Spetia inizia il suo appuntamento radiofonico quotidiano su Radio24, “24 Mattino”, scusandosi con gli ascoltatori per non aver rettificato alcune dichiarazioni pronunciate nella stessa trasmissione dal leader della Lega, Matteo Salvini, a proposito delle elezioni presidenziali negli Usa.

Il senatore del Carroccio aveva insinuato il sospetto che ci fossero brogli elettorali, cavalcando la tesi di Donald Trump: “Il fatto che in alcune contee ci siano più voti che elettori, più schede che cittadini, qualche dubbio giustamente lo fa venire. Che si stiano fermando e ricontando mi pare necessario, perché è come se a Milano ci fossero 2 milioni di voti quando siamo un milione e 200mila”.
La notizia riportata da Salvini si è però rivelata una bufala, come ribadisce Spetia che la definisce “l’ennesima teoria cospirazionista sulle elezioni americane”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La sfuriata di Sileri su La7: “Lo vogliamo capire che siamo in guerra? Poi chi ha sbagliato verrà cacciato a calci nel culo”

next
Articolo Successivo

L’intervento del presidente del Consiglio Conte alla Luiss: la diretta

next