È il momento delle confessioni al Grande Fratello Vip. Durante la dodicesima puntata del reality, ad aprirsi con il pubblico, ma soprattutto con la figlia Guenda, anche lei concorrente, è stata Maria Teresa Ruta. Alfonso signorini ha mostrato alla showgirl una toccante lettera del marito, Roberto, che la elogiava come donna e come mamma. Ma un passaggio del testo non è passato inosservato: “Sentiti libera di dire la verità…”. Puntale Signorini ha scavato chiedendo a Ruta quale fosse questa verità.

“Lui desiderava un figlio da me, l’abbiamo desiderato tanto, ho fatto delle cure per questo mi sono dovuta allontanare (dai figli ndr.) non l’ho mai detto – ha confessato Maria Teresa Ruta tra le lacrime – Ci abbiamo riprovato ma non ci siamo riusciti. Abbiamo organizzato anche un’inseminazione artificiale all’estero, clinica pagata e tutto organizzato. Il giorno prima gli ho detto che non me la sentivo per Gian Amedeo e Guenda, e lui mi ha detto ‘ti amo lo stesso non ti preoccupare’. Lei tutto questo non lo sa, ha visto solo la mia allegria e la mia spensieratezza..”. Gelo in studio, e anche nella casa, dove la stessa Guenda Goria, figlia della showgirl, ha ascoltato sbalordita il racconto, abbracciando alla fine la mamma, ma rimanendo ferma: “Sono paralizzata a me è mancato qualcosa ma scopro tutto adesso, mi serve del tempo…”

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Crozza-Zaia e la surreale spiegazione del piano di sanità pubblica: “Qui nel regno unito del Veneto abbiamo l’arancione spritz…”

next
Articolo Successivo

Il dramma di Iva Zanicchi a Verissimo: “Un tumore ha colpito il mio compagno, sono stati mesi difficili”. La scoperta durante il lockdown

next