“All’interno del grande contenitore dei tamponi, c’è circa un 40% di tamponi ripetuti per i soggetti a cui va verificata la guarigione virologica. I 100mila tamponi al giorno non equivalgono strettamente al testing and tracing. In questo senso molti media commettono un errore clamoroso, perché riportano il rapporto tra casi positivi e tamponi totali”. A dirlo è il direttore della Fondazione Gimbe, Nino Cartabellotta, che intervistato da Peter Gomez e Simone Ceriotti, rispettivamente direttore e vicedirettore de IlFattoQuotidiano.it, ha fatto chiarezza sui numeri che vengono diffusi ogni giorno dalla Protezione civile e che riguardano la diffusione del contagio da Covid-19 nel nostro Paese.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Sabato a Roma la marcia “contro l’uso politico del Covid”. Viminale: “Massimo rigore e fermezza su mascherine e distanziamento”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, Cartabellotta spiega l’aumento dei casi con la metafora del fiume che si immette in un lago: “Bisogna evitare che travalichi gli argini”

next