“Il nostro obiettivo è vaccinare le categorie a rischio, definite dal ministero della Salute”, così l’assessore al Welfare della Regione Lombardia, Giulio Gallera, a margine del convegno ‘Covid-19, il virus ignorante’, organizzato organizzato dalla Fondazione The Bridge in collaborazione con la Regione. Sul tema del libero mercato, cioè del vaccino distribuito per esempio tramite farmacie, l’assessore è stato chiaro: “È un tema di cui si deve occupare il Governo in una strategia nazionale. Noi non possiamo farci carico del cittadino ordinario”. Gallera ha quindi ricordato che le vaccinazioni partiranno a metà ottobre e che il piano delle Ats è stato ultimato.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Conte: “Lo stipendio di Tridico? È adeguato e prende meno degli altri. Lavorare anche la notte per chi ancora aspetta la cassa integrazione”

next
Articolo Successivo

Ministro Speranza in commissione: “Mes? Da dove arrivino le risorse è secondario purché arrivino. Voglio elaborare piano per la sanità”

next