A fare scattare i controlli è stata la morte l’8 settembre di Josiah McIntyre, 6 anni. Il suo cervello è stato attaccato da un’ameba che lo ha consumato dall’interno, uccidendolo. Un parassita che generalmente prolifera nell’acqua, tanto che anche in Florida un 13enne ha perso la vita dopo esserci entrato in contatto nuotando in un lago. Dopo la morte di Josiah, i residenti di una cittadina del Texas, Lake Jackson, sono stati quindi avvertiti di non usare l’acqua del rubinetto visto che l’ameba mangia-cervello, generalmente letale, è stata trovata nella rete idrica pubblica della città. I test, riporta la Bbc, hanno confermato la presenza della Naegleria fowleri nel sistema.

Le infezioni di questo tipo sono tuttavia rare negli Stati Uniti, con 34 segnalate tra il 2009 e il 2018. I funzionari di Lake Jackson stanno ora disinfettando l’approvvigionamento idrico ma non sanno quanto tempo ci vorrà. Il divieto di utilizzo dell’acqua del rubinetto è stato poi sostituito dall’ordine di consumare l’acqua “soltanto dopo averla bollita” e nella cittadina le autorità hanno messo a disposizione centinaia di casse di acqua potabile, chiusa in bottiglia.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Nagorno Karabakh, ricomincia la guerra tra Azerbaijan e armeni: bombardamenti e vittime

next