Prima il lancio di lacrimogeni, poi la corsa di un gruppo di manifestanti. In mezzo a loro, un ragazzo con uno zaino e una felpa gialla che estrae una pistola e spara in direzione della polizia. È successo a Louisville, in Kentucky, dove da ieri sono riprese le proteste in seguito alla decisione del gran giurì di non incriminare due dei tre agenti che hanno fatto irruzione nella casa di Breonna Taylor, l’afroamericana uccisa dagli agenti lo scorso marzo. Nella sparatoria di ieri sono stati colpiti due poliziotti. Uno è stato portato in ospedale, dove è stato sottoposto a un intervento chirurgico e non è in pericolo di vita. L’altro ha riportato una lieve ferita. Un sospettato è stato fermato dalla polizia.

Video Twitter/Phonix

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Usa, poliziotto che uccise Breonna Taylor “negligente”. Scoppia la rivolta in Kentucky: due agenti feriti

next