Sulle modifiche ai decreti Sicurezza “adesso è il momento per le forze di governo di riprendere il discorso, e lo porteremo subito a compimento”. Così il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, a margine del Welfare Index Pmi a Roma. “Abbiamo già concordato un testo di modifica, perché vogliamo assicurare ai cittadini italiani la sicurezza. Presto lo porteremo in Consiglio dei ministri”. Il capo dell’esecutivo ha criticato, più o meno indirettamente, la politica del centrodestra: “Con gli slogan ‘porto aperto, porto chiuso’ non si va da nessuna parte“. Poco prima di allontanarsi dai cronisti, alla domanda se lo ius soli o lo ius culturae sarebbero stati inseriti nell’agenda di governo ha risposto: “Ci rifletteremo”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

“Il Covid non esiste? Non diciamo stupidaggini, pure i morti non esistono?”. Ecco la risposta di Conte al “dubbio” di un passante – Video

next