Il ministro degli Esteri, Luigi Di Maio, è intervenuto a una manifestazione elettorale svoltasi ad Ariano Irpino in provincia di Avellino a sostegno del candidato sindaco Enrico Franza, sostenuto anche da una del Partito Democratico. In una passaggio del suo intervenendo è tornato sul taglio dei parlamentari, il 20 e il 21 settembre infatti gli italiani sono chiamati a votare anche per il referendum. “Siamo dei parlamentari che chiedono il taglio dei parlamentari, non è di una parte politica. Non tagliamo quelli di centro destra o di centro sinistra”, ha detto. “E’ stato nel programma di destra e sinistra andate a vedere”, ha poi aggiunto rivolgendosi al pubblico seduto in modo distanziato e indossando la mascherina.

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

Referendum, Landini (Cgil): “Problemi del Parlamento non si risolvono con taglio parlamentari. Servono riforme più serie”

next
Articolo Successivo

Referendum, ci hanno chiesto sacrifici per anni. Ora è giusto che anche i politici accettino i tagli

next