È morta davanti ai suoi allievi che stavano assistendo su Zoom a una lezione. La professoressa Paola De Simone insegnava alla Uade di Buenos Aires, in Argentina. Aveva 46 anni. Contagiata dal marito, medico in un reparto di terapia intensiva, Paola era apparsa agli studenti debole e con respiro affannato. Secondo il quotidiano di Buenos Airel El Clarín, l’insegnante avrebbe subito un evento cardiovascolare acuto ed è collassata pochi minuti dopo aver detto ai ragazzi di non sentirsi bene. I primi sintomi del covid-19, come lei stessa aveva raccontato sui social, si erano manifestati a luglio e da allora stava peggio ogni giorno. “Con profondo dolore dobbiamo annunciare la scomparsa di Paola Regina De Simone, insegnante di Scienze politiche e Relazioni Internazionali. Paola era una docente appassionata e instancabile, professionista eccellente e grande persona, con oltre 15 anni di insegnamento nella nostra università. Il nostro pensiero va alla sua famiglia, in un momento così drammatico rivolgiamo le condoglianze di tutta la nostra comunità accademica. Vi chiediamo di onorare con rispetto e gratitudine la memoria di Paola“, il messaggio dell’università Uade. Tanti anche i messaggi degli studenti, scioccati e distrutti per la perdita della loro professoressa.

Memoriale Coronavirus

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

L’autista guida giocando al cellulare, la video denuncia di due passeggeri Flixbus in viaggio verso Zurigo

next
Articolo Successivo

Sposa ubriaca crea il caos: amiche picchiate davanti agli invitati, arriva la polizia

next