La Lega ancora prima anche se in tendenza negativa. Il Pd praticamente immobile. Fratelli d’Italia a caccia del M5s. Sono i dati principali del sondaggio di Demopolis nel suo Barometro politico. Il Carroccio si attesta, secondo i dati dell’istituto diretto da Pietro Vento, al 25,4 (contro il 26 di fine giugno). I democratici cedono lo 0,2 e si fermano al 21. Segue il Movimento 5 Stelle con il 16, in lieve ripresa dello 0,2, quasi a confermare il travaso di voti tra M5s e Pd. I grillini sono tallonati dai Fratelli d’Italia, valutati da Demopolis al 15 per cento, la stessa cifra misurata nel sondaggio del 30 giugno. Seguono i partiti sotto al 10 per cento. C’è Forza Italia al 6,5 (-0,5) e dietro in fila altri partiti di centrosinistra di vari orientamenti: Liberi e Uguali al 3,4, Italia Viva al 3,2 e Azione di Carlo Calenda al 2,5, tutt’e tre stabili rispetto a un mese fa.

Secondo i dati di Demopolis il trend disegna un’evoluzione del consenso negli ultimi 12 mesi: in un anno la Lega di Salvini ha perso oltre 11 punti, passando dal 37 per cento del luglio 2019 al 25,4 di oggi. Restano nel complesso stabili, con alcune oscillazioni, Partito Democratico e M5s; cresce dal 6,4 al 15 (quindi quasi triplicato) il consenso del partito guidato da Giorgia Meloni. “Se un anno fa la distanza tra primo e quarto partito era di quasi 30 punti – spiega il direttore di Demopolis Pietro Vento – oggi si è ridotta a poco più di 10 punti: è la conferma dell’estrema variabilità negli umori dell’elettorato italiano”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Stato d’emergenza, Conte in Senato: “Nessuna torsione autoritaria con la proroga”

next
Articolo Successivo

Sardine, la fine del tour a casa di Pertini. E sostengono la candidatura di Sansa in Liguria: “Con lui processo di rinnovamento”

next