“Questa notte ci sono state piogge intense lungo tutto il bacino del Seveso e questa mattina intorno alle 7.15 il fiume è esondato anche nella città di Milano. La situazione è stata gestita bene ma ora dobbiamo accelerare come amministrazione per risolvere il problema”. Così Marco Granelli assessore a Mobilità e Lavori pubblici presente a Niguarda in una delle zone storicamente più colpite della città. “La situazione è così da trent’anni”, racconta un commerciante della zona, “questa mattina nonostante gli avvisi alla popolazione, nel momento dell’esondazione non c’era nessuno. Non riusciamo a capire i motivi di questa inefficienza”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, oltre 20 migranti in quarantena fuggono dal Cara di Brindisi nella notte. Erano risultati negativi al tampone dopo lo sbarco

next
Articolo Successivo

Val Susa, polizia rimuove barricate No Tav. Momenti di tensione tra manifestanti e forze dell’ordine

next