Un tassista di 40 anni è stato arrestato a Trezzano sul Naviglio, nel milanese, con l’accusa di aver tentato di violentare una ragazza albanese di 20 anni nel tardo pomeriggio di ieri. Stando alle prime testimonianze, la giovane è giunta in Italia ad aprile ed è senza fissa dimora. Stava andando alla fermata dell’autobus per raggiungere un luogo in cui trascorrere la notte quando è stata avvicinata dall’uomo con la scusa di volerle offrire un passaggio. Dopo essere salita a bordo, il tassista avrebbe imboccato una strada secondaria per poi aggredirla fisicamente. I due hanno iniziato a lottare finché lei è riuscita a fuggire e a chiamare aiuto. Grazie ad alcuni testimoni, in poche ore gli investigatori hanno ricostruito l’accaduto e sono riusciti ad arrestare l’uomo, un pregiudicato di 40 anni ubriaco al momento della tentata violenza.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili

MANI PULITE 25 ANNI DOPO

di Gianni Barbacetto ,Marco Travaglio ,Peter Gomez 12€ Acquista
Articolo Precedente

Coronavirus, ragazza di Modena contagiata a Riccione: positivi due amici. Sono tutti asintomatici e in condizioni non preoccupanti

next
Articolo Successivo

Val Seriana, sassi lanciati contro un’auto in superstrada: a bordo c’era anche un bimbo di 3 mesi. È il secondo episodio in pochi giorni

next