Cocaina nascosta dentro dei chicchi di caffè. Così un uomo sulla cinquantina riusciva a eludere i controlli per effettuare delle spedizioni illegali dalla Colombia a un tabaccaio di provincia di Firenze, punto di ritiro pacchi per conto terzi. Uno stratagemma che avrebbe funzionato se le fiamme gialle di Malpensa non si fossero insospettite per il nome di fantasia del destinatario della merce, ovvero un giovane boss mafioso di un recente thriller cinematografico americano.

Con la collaborazione dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli i finanzieri hanno quindi deciso di controllare il pacco trovando, come descritto, tre buste di caffè, per un totale di due chilogrammi. È stato solo grazie a una ricerca più scrupolosa che gli agenti sono riusciti a trovare circa 500 chicchi svuotati al loro interno e riempiti con 130 grammi di cocaina, per poi essere richiusi con del nastro adesivo scuro.

Grazie alla ‘consegna controllata’ del pacco, i finanzieri sono potuti risalire al destinatario, un cittadino italiano sui 50 anni iscritto all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (Aire) proprio a Medellin, in Colombia. L’uomo, chef attualmente disoccupato già gravato da precedenti per droga, è arrivato in bicicletta dal tabaccaio – formale destinatario della merce ma di fatto mero punto di ritiro di pacchi per conto terzi – e ha ritirato il suo pacco. Immediatamente bloccato dai finanzieri, è stato tratto in arresto in flagranza di reato.

L’operazione è stata resa possibile grazie alla direzione e il coordinamento delle procure della Repubblica di Busto Arsizio e di Firenze, in collaborazione con l’unità cinofila del Gruppo Firenze e i finanzieri della Tenenza di Pontassieve.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, per Salvini l’emergenza è finita. E al Senato dice: “Basta con il distanziamento sociale”

next
Articolo Successivo

Coronavirus – Veneto: 43 positivi nel centro migranti della Croce Rossa a Jesolo. In Regione 55 nuovi casi

next