I manoscritti originali di Sherlock Holmes non sono più un mistero. E questa volta Watson non c’entra. Per la prima volta verrà messa all’asta una copia autografa di “The adventure of the greek interpreter” (tradotto in italiano come “L’avventura dell’interprete greco o “Il mistero dell’interprete greco”), una delle storie iniziali della celebre saga creata da sir Arthur Conan Doyle. Il prezzo di partenza dell’opera è da capogiro: 350-450mila dollari. La casa d’aste Sotheby’s di New York batterà il martelletto martedì 21 luglio in cerca del miglior acquirente.

Il volume compare nel catalogo di “Fine Books & Manuscripts” e fa parte di una serie di lotti appartenuti al bibliofilo statunitense Eric C. Caren. La storia racconta le vicende di un interprete greco che viene presentato a Holmes e Watson da Mycroft, il fratello del detective, per poi sparire improvvisamente. È stata pubblicata per la prima volta su The strand magazine nel settembre 1893, per poi venire ristampata l’anno seguente nella raccolta “Le memorie di Sherlock Holmes”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ustica, scoperto relitto romano in profondità. Ora, oltre i buoni propositi, servirebbero soldi

next
Articolo Successivo

Partecipa a un “Covid party” e muore a 30 anni, le sue ultime parole: “Pensavo che questo virus fosse una truffa, ma mi sono sbagliato”

next