In apertura dell’ultima puntata della stagione di Fratelli di Crozza – in onda il venerdì in prima serata sul Nove e in live streaming su Dplay – Maurizio Crozza diventa il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, che elenca il suo piano credibile: “Un altro progetto che faceva parte dei progetti del piano credibile era rendere la macchina dello Stato più efficiente. Ma cosa fai? Riduci la burocrazia, alzi gli stipendi ai dipendenti, ma li licenzi se non lavorano? Attento, perché vuol dire perdere milioni di voti. Dopo queste considerazioni ci siamo guardati e ci siamo detti con forza non se ne fa niente – e conclude – E allora gli Stati Generali sono serviti per capire che l’unico progetto che possiamo realizzare con forza è fare niente“.

Live streaming, episodi completi e clip extra su Dplay.com (http://it.dplay.com/)

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

La Vita in Diretta, Lorella Cuccarini dice addio e lancia una stoccata a Alberto Matano: “Insospettabile maschilista e con un ego smisurato”

next
Articolo Successivo

Crozza: “Scalfarotto candidato in Puglia? Ha più chance di vincere la Xylella. È la mossa di Renzi: se non può vincere lui, meglio che perdano tutti”

next