“Tenetevi il miniappartamento in centro, tenetevi il traffico, tenetevi il cibo da asporto, tenetevi le metropolitane, la Smart, l’aperitivo. Tenetevi la Settimana della moda…Insomma, tenetevi tutto o tenete a voi stessi”. Così dice la voce fuori campo in quello che doveva essere lo spot promozionale per invogliare i turisti a trascorrere le vacanze estive in Valsugana ma che si è rivelato un clamoroso autogol. Tanto che il video è stato rimosso dal web.

Il filmato pubblicitario realizzato da Visit Valsugana puntava a valorizzare le bellezze della zona di montagna, mettendole a confronto con la vita di città, solo che nel farlo ha di fatto attaccato neanche troppo velatamente Milano e le abitudini dei milanesi. Non solo, in chiusura dello spot appariva a tutto schermo il logo del Trentino anche se Trentino Marketing non era stato coinvolto in alcun modo, motivo per cui ha subito preso le distanze dissociandosi: “Trentino Marketing – si legge in una nota – unitamente all’assessorato al turismo della Provincia autonoma di Trento, appena presa visione del video (già pubblicato) si è immediatamente dissociata dal contenuto dello stesso che risulta quantomai distante e contrario ai messaggi e allo stile della sua comunicazione. L’Azienda di promozione turistica della Valsugana ha quindi prontamente rimosso il video dalla rete”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Woody Allen: “Ho 84 anni e presto sarò morto. Potrei smettere di fare film”

next
Articolo Successivo

Stefano De Martino e Belen, “la tendenza di lui a ‘sfarfallare’ è la ragione della rottura?”. E il ballerino mette like alla ex Emma

next