È rimasto intubato due settimane in terapia intensiva perché malato di Covid-19. E quando ha fatto ritorno a casa ad attenderlo c’era il conto dell’ospedale di oltre 840mila dollari. È la cifra che Robert Dennis, insegnante del Colorado, si è visto recapitare dopo il ricovero allo Sky Ridge Medical Center. “A vederla ci è mancata l’aria di nuovo”, ha detto Suzanne, moglie dell’insegnante, all’emittente Denver7. “I farmaci che ha assunto in ospedale costano un quarto di milione”. La coppia ha un’assicurazione sanitaria che dovrebbe coprire i costi, che nel complesso potrebbero raggiungere 1,5 milioni di dollari.

Il paziente ha avuto bisogno di 3 settimane di riabilitazione in un centro specializzato. E anche la moglie, contagiata dal Covid in forma più lieve, ha dovuto far ricorso alle cure in ospedale. La coppia non dovrebbe sostenere farsi carico del conto, visto che potrebbero usufruire della copertura garantita da una legge del Colorado. Inoltre gli ospedali che hanno ricevuto i fondi previsti dal Cares Act – il Coronavirus Aid, Relief, and Economic Security Act, pacchetto emergenziale di 2,3 trilioni di dollari (pari all’11% del Pil) approvato a fine marzo dal Congresso – non dovrebbero inviare le fatture ai pazienti.

Sostieni ilfattoquotidiano.it:
portiamo avanti insieme le battaglie in cui crediamo!

Sostenere ilfattoquotidiano.it significa permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti.

Ma anche essere parte attiva di una comunità con idee, testimonianze e partecipazione. Sostienici ora.


Grazie Peter Gomez

Sostienici ora Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

George Floyd, manifestazioni anche a Londra: migliaia di persone radunate a Trafalgar Square a sostegno della protesta negli Usa

next