Liquidità a fondo perduto e aiuti concreti. È il grido dei lavoratori del settore del turismo, dai proprietari di agenzie di viaggio ai tour operator, che si sono dati appuntamento in piazza Castello, a Torino, sotto al palazzo della Regione Piemonte per protestare contro l’assenza di prospettive. Oltre 200 i manifestanti che, dicono, “non possono permettersi di indebitarsi ancora”. “Abbiamo bisogno di denaro, siamo qui apposta per lottare per tutta la categoria. Le prospettive per l’estate? Non ci sono, siamo il turismo organizzato e lavoriamo con l’outgoing, è stato supportato solo l’incoming. Non sappiamo neanche se lunedì si potrà uscire dal Piemonte“, dice Irene Ciccarelli, dell’agenzia di viaggi Mondo 1492 di Torino. Tutti contestano un’assenza non solo delle istituzioni locali, ma anche dello stesso governo. “Non lo capisce la Regione, ma neanche lo Stato, con rispetto per il signor Franceschini che non conosce la filiera”, concludono.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Fase 2, la Sardegna ‘istituzionalizza’ la richiesta dei test sierologici per i turisti. Sala: “Chiedono la patente di immunità? Me ne ricorderò”. Solinas: “Faceva gli aperitivi, abbia la decenza di stare in silenzio”

next
Articolo Successivo

Coronavirus, 28 giorni senza contagi: Trapani diventa la prima provincia italiana Covid-free, poi vengono accertati quattro nuovi casi

next