Questa mattina circa 200 braccianti hanno sfilato in corteo nelle campagne tra Foggia e San Severo, in occasione dello sciopero dei lavoratori della campagne indetto dal sindacato di base Usb. Una marcia pacifica con cartelli e ortaggi di stagione, per rivendicare il diritto a condizioni di lavoro dignitose e protestare contro i provvedimenti del governo sulla regolarizzazione degli stranieri, giudicato insufficiente e discriminatorio. “Se il Governo non darà delle risposte, a partire da oggi la stagione di raccolta sarà caratterizzata da altri scioperi. E saranno anche del consumo e della spesa” ha detto il sindacalista Aboubakar Soumahoro alla guida della protesta. Un gruppo di manifestanti, a bordo di un pullman, ha poi raggiunto la prefettura di Foggia per consegnare una lettera al prefetto, Raffaele Grassi. Altre manifestazioni si svolte a Torino e a Napoli

video Facebook/Usb

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, in aprile autorizzate 835 milioni di ore di cassa integrazione per Covid. “Dato vicino a quello dell’intero 2009”

next