Circa 200 persone, una folla che non sempre ha permesso di rispettare le distanze di sicurezza. È successo durante la conferenza stampa all’aeroporto Marconi di Bologna, dove sono arrivati 52 infermieri, destinati a Emilia-Romagna, Lombardia, e Trentino-Alto Adige. Alla conferenza, nell’area check-in dello scalo, hanno partecipato il ministro per gli Affari regionali Francesco Boccia, il commissario per l’emergenza Domenico Arcuri e il presidente della Regione Emilia-Romagna, Stefano Bonaccini. Dell’incontro a cui, oltre a giornalisti e infermieri, hanno preso parte anche diversi tecnici e operatori, e forze dell’ordine, non era prevista alcuna trasmissione in streaming.

“Non vi preoccupate, gli infermieri hanno fatto tutti il tampone e sono negativi“, ha detto Boccia. Gli organizzatori dell’incontro hanno fatto presente che gli infermieri notati a distanza ravvicinata avevano fatto il tampone ed erano tutti negativi, indossavano la mascherina e inoltre avevano già condiviso lo stesso ambiente avendo viaggiato assieme in aereo. Inoltre, viene fatto presente, durante l’incontro sono stati comunque invitati e richiamati a cercare di non riunirsi stando troppo vicini. Il 31 marzo c’erano state polemiche per i presunti assembranti alla presentazione alla stampa del nuovo ospedale in Fiera a Milano organizzata dalla Regione Lombardia.

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Coronavirus, dall’obbligo delle mascherine al limite dei “200 metri da casa” per passeggiate: ecco cosa prevede l’ordinanza della Lombardia

next
Articolo Successivo

Puglia, medico di base aggredisce anziano di 85 anni a calci e pugni: arrestato. Il giudice: “Violenza gratuita e spropositata”

next