Liam Gallagher è decisamente molto attivo su Twitter. Molti dei suoi messaggi sono abbastanza criptici, altri hanno obiettivi, diciamo, difficili da raggiungere. Come quello di poche ore fa, nel quale invitava il fratello Noel a fare una reunion degli Oasis per beneficenza. Nobile scopo, non fosse che i concerti sono vietati. Che intendesse via Skype? In ogni caso, oggi 21 marzo, il “nostro” ha riadattato Wonderwall, uno dei più grandi capolavori della band inglese e della musica tutta, e l’ha fatta diventare Wonderwash. L’invito? Quello a lavarsi le mani. Proprio come fa lui con la canzone riadattata

Memoriale Coronavirus

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ennio Morricone: “Le persone che cantano dai balconi? Mi sembra inopportuno. Pensano solo a se stesse. Io adesso non compongo e non ascolto musica”

next
Articolo Successivo

Bugo, il suo eccentrico sfogo su Twitter: “L’idiozia di quelli che hanno le verdure nelle orecchie, vite misere, polli da social… nani viziati corrotti”

next