“Ci sono ancora troppi segreti di Stato e troppi omissis sulle stragi fasciste”. È questa la denuncia del corteo organizzato da Milano antifascista, antirazzista meticcia e solidale per ricordare il cinquantesimo anniversario della strage di piazza Fontana. Ed è proprio qui, sulla facciata della Banca Nazionale dell’Agricoltura, che sono state proiettate delle luci laser raffiguranti il corpo di Giuseppe Pinelli. Il corteo partito simbolicamente da piazza Cavour, a poche centinaia di metri dalla Questura dove ha perso la vita cadendo da una finestra il ferroviere anarchico, accusato ingiustamente, in un primo momento, della strage. In testa lo striscione con la scritta “Strage di Stato, mano fascista. Milano non dimentica”, accanto quello degli studenti antifascisti “50 anni di bugie”. Le persone scese in strada hanno anche ricordato Saverio Saltarelli, militante del Partito comunista internazionalista morto durante una manifestazione nel 1970, sfilando nella via dove è stata posta la lapide in suo ricordo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale. Sostieni ora

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, chiuso e sequestrato il mercatino di Natale a piazza Navona: “Cavi scoperti, allacci abusivi alla corrente e merce pericolosa”

next
Articolo Successivo

Roma, chiuse scuole, cimiteri, parchi e ville storiche a causa del maltempo

next