Si chiamano “Los Toiss” e il loro compito è quello di essere amici di Neymar, facendogli compagnia e accompagnandolo in ogni occasione. Sì, proprio così. Tanto che sono pagati 11 mila euro al mese per fare questo, oltre a vivere con l’attaccante brasiliano del Psg in una mega villa a Parigi e partecipare con lui a tutti gli eventi più esclusivi. “Vive in una pentola a pressione e noi siamo una via di fuga. Non parliamo di calcio, lo aiutiamo a liberarsi dello stress della sua vita. Siamo insieme per parlare, viaggiare…”, ha spiegato uno dei “Los Toiss” alla stampa spagnola.

Si tratta di cinque ragazzi che fanno persino parte di ogni contratto professionale che firma: sono Jo Amancio, Gilmar Cebola, Guilherme Pitta, Alvaro Costa e Gustavo Almeida. Il loco compito è vivere con Neymar a tempo pieno (e le feste più esclusive, insieme agli “Angeli” di Victoria’s Secret o con Lewis Hamilton). Jo Amancio è come un fratello di Neymar. Amancio è venuto a giocare nel Leganes in Spagna ma non ha avuto lo stesso destino di “O’ Ney”. Si conoscono dall’infanzia, sono cresciuti insieme e ora è uno dei suoi migliori amici. Poi c’è Gilmar Cebola Araujo, fotografo ufficiale di Neymar. Inoltre, lavora a stretto contatto con Wagner Ribeiro – agente dell’attaccante – in questioni di marketing. Guilherme Pitta, responsabile ufficiale dell’organizzazione del tempo libero e delle attività divertenti dell’attaccante brasiliano.

E’ il partner di Neymar alle feste. Mentre Álvaro Costa, figlio di Pepe Costa, leale scudiero di Leo Messi, ha vissuto per un periodo a Rio e parla un fluente portoghese, quindi quando Neymar è arrivato a Barcellona, il Barça lo ha incaricato di aiutarlo ad adattarsi alla sua nuova vita a Barcellona. Infine Gustavo Almeida, che lavora nell’azienda di famiglia (NRCSports) come manager della consulenza specializzata di artisti con Cristian Guedes, un altro dei Toiss. A Las Vegas a Saint Tropez o ora a Parigi, dove condividono un palazzo con ‘O’ Ney’, sono sempre con lui. Non parliamo di calcio. Siamo un modo per lui di liberare lo stress della sua vita”, hanno raccontato i Toiss.

Visualizza questo post su Instagram

Valeu pela moral @tenoriowagner ✂️

Un post condiviso da Amancio (@jotaamancio) in data:

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Junko Tabei, chi è la prima donna che ha scalato la cima dell’Everest: a lei è dedicato il doodle di Google di oggi

next
Articolo Successivo

Svizzera, una marcia funebre per il ghiacciaio che non c’è più: in 100 sono saliti sul Pizol vestiti a lutto

next