“Mi accingo a esprimere fiduciosa un voto favorevole a questo governo”. Così la senatrice a vita Liliana Segre interviene al Senato nel corso del dibattito sulla fiducia al nuovo esecutivo. “Il mio atteggiamento di fronte alla nascita del governo – dice ancora – è di preoccupazione e allo stesso tempo di speranza. Ho temuto un inesorabile imbarbarimento della nostra società” e ora “mi attendo che il nuovo governo operi concretamente” per la “difesa della democrazia e dei principi di solidarietà nati dalla Resistenza“. Quando la senatrice ha fatto riferimento all’uso dei simboli religiosi in politica non sono mancati i brusii dai banchi della Lega. “E allora Conte con Padre Pio da Vespa?”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Borgonzoni (Lega) a Conte: “Sa cosa è successo a Bibbiano?”. E mostra maglietta, Casellati la richiama e sospende la seduta

next
Articolo Successivo

Governo, Salvini: “Conte leader M5s? Di loro si vergogna, chissà cosa gli hanno promesso”

next