Il trenino monorotaia “Back to the Backstage” si è ribaltato all’interno di Movieland, area a tema dedicata al cinema nel parco divertimenti di Canevaworld, a Lazise (Verona). Sette persone sono rimaste ferite, nessuna è in gravi condizioni, e sono state soccorse dai sanitari del 118 accorsi con l’elicottero di Verona Emergenza e tre ambulanze. Tre feriti sono stati trasportati a Verona, al Polo Confortini di Borgo Trento, altri quattro all’ospedale Pederzoli di Peschiera del Garda. Ancora da chiarire le cause dell’incidente.

Il mezzo permette ai visitatori di attraversare il parco osservandolo dall’alto e sul sito del parco divertimenti è definito come “un viaggio dietro le quinte del parco in pieno relax”. Sul posto sono intervenuti anche i vigili del fuoco di Bardolino, ancora impegnati nella struttura ricreativa sul lago di Garda.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotdiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Terremoto Centro Italia, nella Basilica di Norcia i lavori vanno a rilento. E la pazienza è agli sgoccioli

next
Articolo Successivo

Tav, via agli espropri a Salbertrand: “110mila metri di capannoni e 600 tir al giorno”. Il sindaco contrario: “Si svende salute con scusa del lavoro”

next