La procura di Lodi aprirà un’inchiesta conoscitiva sul decesso di Andrea Zamperoni, lo chef lodigiano trovato morto a New York. Ad annunciarlo è il procuratore Domenico Chiaro: “Si tratta – ha spiegato – di un atto dovuto. Attendiamo poi anche di capire quale è stato l’esatto motivo della morte. Il fascicolo verrà aperto oggi”. E ha aggiunto: “L’apertura di un’indagine conoscitiva ci consente di chiedere ufficialmente informazioni all’autorità competente estera per capire meglio cosa è successo, se c’è un reato e se è perseguibile anche in Italia. Le attività investigative in Usa sono tempestive e puntuali, però, meglio comunque esserci e chiedere informazioni che non farlo”.

Il corpo di Zamperoni, scrivono i media americani, è stato trovato al primo piano dell’ostello Kamway Lodge, nel Queens, a New York. Alcuni turisti che alloggiavano nell’ostello hanno parlato di una lite al primo piano. La struttura, situata a pochi isolati dall’abitazione di Zamperoni, è nota per droga e prostituzione, riporta la Cbs News. Sul luogo gli agenti hanno fermato una donna e le fonti della polizia hanno riferito che il corpo del ragazzo era avvolto in una coperta e lasciato per terra “come se qualcuno stesse per disfarsene”. Ma una donna avrebbe chiamato la polizia prima che questo potesse avvenire. Gli agenti, sempre secondo le fonti, non avrebbero rilevato segni di traumi sul corpo.

Lo chef era scomparso nella notte tra sabato 17 e domenica 18 agosto. Zamperoni viveva nel Queens e lavorava nel famoso ristorante newyorkese Cipriani: a dare l’allarme erano stati proprio i suoi colleghi che lunedì non lo hanno visto arrivare. La notizia del ritrovamento corpo è arrivata giovedì: “Con tristezza – hanno dichiarato i gestori del ristorante – abbiamo appreso che Andrea Zamperoni, un amato e rispettato membro della squadra Cipriani da molti anni, che era scomparso domenica, è stato trovato morto”. Il Comune di Casalpusterlengo, di cui il 33enne era originario, ha annunciato che proclamerà lutto cittadino nel giorno dei funerali: “È presto per fare altri atti”, ha spiegato il sindaco Elia Delmiglio dopo aver fatto visita alla famiglia. I funerali non sono ancora stati fissati perché sul corpo dello chef dovrebbe essere eseguita un’autopsia dalle autorità di New York per chiarire le cause del decesso.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Figlio di Salvini su moto d’acqua della polizia, la procura di Ravenna apre un fascicolo: chiesta identificazione di due agenti

next
Articolo Successivo

Mimmo Lucano, quando lo Stato ha il volto truce della vendetta

next