Lo chef italiano di Cipriani Dolci, Andrea Zamperoni, è stato trovato morto. Lo ha reso noto lo stesso ristorante di New York per il quale il 33enne lavorava: “Con tristezza abbiamo appreso che Andrea Zamperoni, un amato e rispettato membro della squadra Cipriani da molti anni, che era scomparso domenica, è stato trovato morto”, si legge in una dichiarazione alla Nbc. Il suo corpo, scrivono i media americani, è stato ritrovato al primo piano dell’ostello Kamway Lodge, nel Queens, a New York. Alcuni turisti che alloggiavano nell’ostello hanno parlato di una lite al primo piano. L’ostello, situato a pochi isolati dall’abitazione di Zamperoni, è noto per droga e prostituzione, riporta la Cbs.

Lo chef era scomparso nella notte tra sabato 17 e domenica 18 agosto. Il 33enne viveva proprio nel Queens e lavora nel famoso ristorante newyorkese: a dare l’allarme sono stati proprio i suoi colleghi che lunedì non lo hanno visto arrivare. L’avviso di ricerca scomparsa è stato diramato dal Police Department mercoledì sera. Andrea è stato visto per l’ultima volta sabato notte da un coinquilino mentre saliva su un’auto Uber: questo secondo quanto riferito da Fernando Dallorso, manager del ristorante, al New York Post. Il giovane chef è originario di Zorlesco, frazione di Casalpusterlengo.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

A Taormina in vendita “Mafiosi al pistacchio” e “Cosa nostra alle mandorle”. Il sindaco: “Togliere quei nomi”. Il pasticciere: “Qui è pieno di gadget con il nome della mafia”

next
Articolo Successivo

Uomo a torso nudo trascina un corpo femminile per le strade della città: ecco cosa scopre la polizia

next