“Non riusciamo più a contenere la disperazione. Non riusciamo più a spiegare. Le parole mancano. Siete dei vigliacchi”. Così l’ong Open Arms, dopo che almeno quattro migranti si sono gettati in acqua per tentare di raggiungere la terraferma a nuoto. Hanno indossato il salvagente e si sono gettati, subito dopo sono stati recuperati e riportati sulla nave. Un video girato a bordo della nave e pubblicato da Oscar Camps mostra momenti di disagio e disperazione. La donne gridano e si disperano, uomini che hanno crisi di panico.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Open Arms, completato il trasbordo dei 27 minori: sulla terraferma dopo 16 giorni

next
Articolo Successivo

Gallarate, sacrestano di colore spintonato e insultato: “Preso di mira perché nero”

next