“Non riusciamo più a contenere la disperazione. Non riusciamo più a spiegare. Le parole mancano. Siete dei vigliacchi”. Così l’ong Open Arms, dopo che almeno quattro migranti si sono gettati in acqua per tentare di raggiungere la terraferma a nuoto. Hanno indossato il salvagente e si sono gettati, subito dopo sono stati recuperati e riportati sulla nave. Un video girato a bordo della nave e pubblicato da Oscar Camps mostra momenti di disagio e disperazione. La donne gridano e si disperano, uomini che hanno crisi di panico.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Open Arms, completato il trasbordo dei 27 minori: sulla terraferma dopo 16 giorni

prev
Articolo Successivo

Gallarate, sacrestano di colore spintonato e insultato: “Preso di mira perché nero”

next