Dopo le aggressioni avvenute a giugno, un altro ragazzo è stato pestato perché indossava la maglietta del Cinema America mentre si trovava a un concerto di beneficenza a Frosinone. A denunciarlo sono gli stessi attivisti dell’iniziativa di piazza San Cosimato. Francesco, 33 anni, ricercatore universitario in bio-fisica, è stato prima minacciato nei bagni poi inseguito e picchiato, spiegano su Facebook. “I tre aggressori, che ci riferiscono essere di estrema destra, oltre ad avergli strappato la maglia gli hanno rotto gli occhiali che indossava – aggiungono – Tutta la nostra solidarietà a Francesco. Nessun passo indietro”.

Non è la prima volta che la maglietta color amaranto finisce nel mirino. Lo scorso giugno nel giro di pochi giorni ci sono stati due episodi. Il 16 sera quattro ragazzi di vent’anni sono stati aggrediti a Trastevere da un gruppo di 30enni: “Hai la maglietta del Cinema America, sei antifascista, levati subito ‘sta maglietta, te ne devi andare via da qua”, sono state le minacce che il branco ha rivolto ai ventenni. E poi giù bottigliate, pugni, insulti e testate. A parlare dell’accaduto è stata una delle vittime, David Habib, 20 anni, ex studente del Liceo Virgilio, ricoverato d’urgenza al Fatebenefratelli. Un altro dei ragazzi aggrediti se l’è cavata con tre punti al sopracciglio. Per l’episodio sono stati denunciati con l’accusa di lesioni aggravate 4 militanti nei gruppi di destra di Blocco Studentesco e Casa Pound. Pochi giorni dopo, il 19, il secondo caso: è stata malmenata l’ex fidanzata del presidente dell’associazione ‘Piccolo America’, Valerio Carocci. La giovane è stata aggredita nelle zone adiacenti all’Arena estiva del cinema America ma per fortuna, dopo essere spintonata e gettata a terra, ha riportato ferite lievi.

L’aggressione di Frosinone diventa motivo di scontro politico. “Smettiamola con un Ministro degli Interni che diffonde l’odio – dice il segretario Pd Nicola Zingaretti – Vengano immediatamente arrestati gli aggressori. Sia garantita la sicurezza a tutti. Si rafforzino le forze dell’ordine pilastro della nostra democrazia che invece sono senza contratto di lavoro da oltre 200 giorni. All’alleanza dell’odio contrapponiamo l’alleanza delle persone perbene che credono in un futuro di sviluppo e solidarietà”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Chieti, riemerge la scritta “Dux” su una roccia a Villa Santa Maria: polemica tra Pd e amministrazione locale

prev
Articolo Successivo

Carabiniere ucciso a Roma, Conte alla camera ardente: “Ora commozione, dopo valutazioni”

next