Stanno epurando a uno a uno i renziani del Pd per dimostrare al M5s che ci sono le condizioni per un accordo. La Sicilia diventa laboratorio politico di un esperimento del genere. Mi batterò contro questa prospettiva”. A dirlo, in conferenza stampa a Palermo, l’ex segretario regionale Davide Faraone, dopo l’annullamento della sua elezioneDario Franceschini, secondo Faraone, sarebbe uno dei protagonisti del processo politico che dovrebbe portare a un accordo tra il Pd e il M5s. “La conferma – sostiene – viene dalla sua intervista di oggi al Corriere della Sera. È un’operazione cinica e pericolosa contro la quale mi batterò fino alla fine. Mi hanno perfino offerto una poltrona a Roma ma non sono interessato. Io non mi arrendo, non faccio passi indietro”.

Sul commissariamento della regione, deciso al Nazareno, ha precisato: “Non ho violato alcuna regola. Mi hanno contestato di aver organizzato le primarie in Sicilia prima che fossero eletti i segretari provinciali. Ma è stata Roma ad aver ritardato questa fase. Sostengono poi che avrei spostato qualche data: esattamente quello che è stato fatto per le primarie nazionali”. La verità, secondo Faraone, è un’altra: “Chi ha voluto la mia epurazione solo gli stessi che si sono trovati bersaniani quando c’era Bersani a comandare, renziani quando c’era Renzi, zingarettiani ora che c’è Zingaretti“.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Governo, Zingaretti: “Smentisco possibilità di alleanza tra PD e M5s, in caso di crisi voto”

next
Articolo Successivo

Tav, l’esperto “dissidente” Coppola licenziato da Toninelli: “Ha violato la riservatezza”. Salvini: “Non ci siamo proprio”

next