Hanno ammassato legna al ‘Varco 1’ del cantiere della Tav, provocando fiamme alte circa 4 metri, i No Tav che ieri sera hanno dato vita a una dimostrazione contro la Torino-Lione in Valle di Susa. La Digos della Questura di Torino ha identificato 50 attivisti del centro sociale Askatasuna di Torino e al Movimento No Tav. Saranno denunciati per la violazione dell’ordinanza che ha esteso la zona rossa intorno al cantiere. Sette sono accusati anche di inottemperanza al foglio di via, altri undici per accensioni pericolose

Sostieni ilfattoquotidiano.it: il tuo contributo è fondamentale

Il tuo sostegno ci aiuta a garantire la nostra indipendenza e ci permette di continuare a produrre un giornalismo online di qualità e aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per il nostro futuro.
Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Ebola, i casi in Congo preoccupano l’Italia. Stretta sui controlli sanitari all’aeroporto di Fiumicino

next
Articolo Successivo

Emanuela Orlandi, conclusa ispezione al Campo Santo Teutonico. Il perito della famiglia: “Trovate migliaia di ossa”

next