È stata arrestata dai carabinieri di Caivano (Napoli) Marianna Fabozzi, l’ex convivente di Raimondo Caputo che sta scontando l’ergastolo per l’omicidio di Fortuna Loffredo, la bambina di 6 anni lanciata dal tetto di uno degli edifici del Parco Verde il 24 giugno 2014 e per aver abusato delle tre figlie della compagna. La Corte di Cassazione ha rigettato il ricorso presentato nei giorni scorsi dalla donna, 36 anni, rendendo così definitiva la sentenza di condanna a 10 anni di reclusione pronunciata un anno fa dalla terza Corte d’Assise di Appello di Napoli. Secondo i giudici la Fabozzi era a conoscenza delle violenze sessuali subìte dalla figlia più piccola, ma non aveva né denunciato gli abusi, né fatto nulla per impedire che si ripetessero.

DAI DOMICILIARI AL CARCERE – Era stata arrestata insieme a Caputo a novembre 2015, ma le furono concessi i domiciliari. Che violò. Il 4 maggio 2016, il gip del Tribunale di Napoli Nord dispose l’aggravamento della custodia cautelare, ma poche settimane dopo la donna tentò il suicidio. Rientrata nel carcere di Pozzuoli, dopo l’incidente probatorio, si chiuse in un bagno e tentò di impiccarsi. A salvarla, l’intervento della polizia penitenziaria. Condannata in primo grado, nel 2017, a dieci anni, era poi stata scarcerata e sottoposta ai domiciliari nel marzo dello stesso anno. Circostanza che aveva suscitato diversi malumori al Parco Verde di Caivano. Un anno fa la conferma in appello e, infine, la sentenza definitiva della Cassazione. Questa mattina i carabinieri di Caivano hanno dato esecuzione all’ordine di carcerazione emesso dall’ufficio esecuzioni penali della procura di Napoli è l’hanno condotta nel carcere di Pozzuoli.

IN ATTESA DEL PROCESSO PER LA MORTE DEL PICCOLO ANTONIO – Ma Marianna Fabozzi dovrà ancora fare i conti con il passato. Solo un mese fa, infatti, il gip di Napoli Pietro Carola ha rigettato la richiesta di archiviazione dell’inchiesta sulla morte del figlio, il piccolo Antonio Giglio, precipitato quando aveva appena 4 anni dalla finestra dell’abitazione della nonna, al settimo piano dell’isolato C3 del Parco Verde di Caivano, il 28 aprile 2013. Morì poco dopo il ricovero all’ospedale pediatrico Santobono di Napoli a causa dei gravissimi traumi riportati. Un anno dopo, il 24 giugno 2014, dal terrazzo dello stesso palazzo sarebbe stata scaraventata giù Fortuna Loffredo. Tecnicamente si tratta di un’imputazione coatta nei confronti di Marianna Fabozzi, la madre di Antonio per cui si ipotizza il reato di omicidio, e dell’ex compagno Raimondo Caputo, che risponderà di favoreggiamento personale.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Caos Procure, il Csm: “Le intercettazioni tra Palamara, Ferri e Lotti possono essere utilizzate: captate in modo casuale”

prev
Articolo Successivo

Sanità, prosciolti ex senatore Tomassini ed ex dg della Lombardia Carlo Lucchina

next