Dopo l’inchiesta del sito americano BuzzFeed e la pubblicazione di un audio che testimonia una trattativa tra emissari di Matteo Salvini e alcuni uomini d’affari russi per negoziare un finanziamento milionario di Mosca alla Lega, (smentito dal Carroccio, ndr) c’è poca voglia di parlare tra gli esponenti di governo pentastellati. Nessun commento da parte del vicepresidente del Consiglio, Luigi Di Maio, che fugge via dalle domande al termine del suo intervento alla relazione annuale dell’Inps, senza replicare se chiederà o meno chiarimenti al Carroccio.
Mentre il sottosegretario Vincenzo Spadafora, già entrato in polemica con lo stesso Salvini sul tema sessismo, questa volta non sembra voler alimentare la polemica: “La Lega chiarisca quel che deve chiarire…”, taglia corto. Nessun commento nemmeno dal presidente Giuseppe Conte, che va via dalla Camera senza rilasciare alcun commento sul caso.