L’accusa di sessismo da parte del sottoregretario Spadafora a Salvini per il caso della comandante Rackete? “Cosa sta a a fare al governo con me? Sta al governo con un pericoloso maschilista? Fossi in lui mi dimetterei. Non ritendendomi io razzista e maschilista non ho nulla da rispondere”. Lo ha detto il ministro dell’Interno Matteo Salvini, al Cara di Mineo (Catania), risponde alla stampa sulle accuse di sessimo e maschilismo rivoltegli dal sottosegretario Spadafora

 

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Roma, vertice al Ministero con Zingaretti, Raggi e Costa: “Ora rifiuti all’estero, poi il via a nuovi impianti”

next
Articolo Successivo

Migranti, Cacciari: “È in corso una mutazione antropologica. Discorsi sui diritti umani sono tutti andati a farsi fottere”

next