La ministra della Salute, Giulia Grillo, e il presidente dell’Istituto superiore di Sanità, Silvio Brusaferro, hanno illustrato i dati più aggiornati sugli effetti dell’inquinamento a Taranto. Numeri contrastanti, in attesa, il prossimo 5 luglio, venga presentato il focus sul Sito d’interesse nazionale di Taranto all’interno dello Studio Sentieri. Il dato “negativo”, come la definito Grillo, è quello relativo al numero di ricoveri per leucemie nella fascia 0-19 anni: sono in “aumento” e in “eccesso”. Si tratta di 17 casi in 4 anni, quando nei precedenti 9 erano stati 26. Si riducono invece – ha sottolineato Brusaferro – “i ricoveri nel primo anno di vita per condizioni di anomalie congenite”, un dato che nelle scorse settimane aveva fatto discutere. In discesa anche le “concentrazioni in aria di benzoapirene”, perché si sono ridotti i livelli di produzione dell’acciaieria. “I livelli di emissione degli inquinanti sono anche efficacemente ridotti in seguito all’adozione di tecniche e tecnologie di abbattimento”, ha proseguito Brusaferro. Anche per quanto riguarda i valori di diossine e Pcb, per i campionamenti 2008/2018, “rilevati nei prodotti lattiero-caseari e nelle uova, si registra una riduzione nel tempo della contaminazione da queste sostanze”. Particolarmente positivo il dato delle uova, passato da 3,1 pg/g grasso a 0,8 e ormai sotto la soglia di raccomandazione dell’Ue. 

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L'abbiamo deciso perchè siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un'informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore

SALVIMAIO

di Andrea Scanzi 12€ Acquista
Articolo Precedente

‘Ndrangheta Emilia, così parlava Caruso con il fratello Albino: “Dobbiamo succhiare dall’azienda…”. Le intercettazioni

next
Articolo Successivo

Roma, la metro è bloccata per sciopero e qualcuno non la prende bene. Ecco come hanno reagito i pendolari

next