/ / TAG Acciaio

di Andrea Tundo | 21 novembre 2017

Acciaierie Piombino, Calenda rompe con Aferpi dopo 3 anni di ‘prese in giro’. Il sindaco: ‘Ha capito che non è attendibile’

Il Mise avvia la risoluzione del contratto con il magnate algerino al quale aveva affidato l'ex Lucchini nel dicembre 2014: "Basta prese in giro", dice il ministro Carlo Calenda. Adesso le strade percorribili sono due e dai tempi incerti. Come anticipato da ilfattoquotidiano.it a settembre, sul tavolo c'era - e c'è ancora, secondo fonti sindacali - la volontà degli indiani di Jindal di subentrare a Rebrab, altrimenti bisognerà indire una nuova gara. Il rilancio dello stabilimento non sarà rapido
Ilva, Antitrust Ue: “Marcegaglia deve uscire dalla cordata. E ArcelorMittal venda il laminatoio di Piombino”
Conti pubblici, la Ue: “Italia non faccia dietrofront sulle pensioni. Il vostro debito preoccupa l’Eurozona”

•Ultima ora•

×

Per offrirti il miglior servizio possibile questo sito utilizza cookies. Continuando la navigazione nel sito acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra Cookie Policy

×