Una donna è stata dichiarata morta per 27 minuti poi è tornata in vita, ha chiesto subito carta e penna e ha scarabocchiato questo messaggio: “È reale”. Quando poi si è ripresa e i familiari le hanno chiesto a cosa si riferisse, le ha fatto semplicemente un cenno verso l’alto, riferendosi al Paradiso. È successo negli Stati Uniti, in Arizona, a Tina Hines: mamma di quattro bimbi, la donna ha avuto un arresto cardiaco mentre stava per andare a fare un’escursione a Phoenix con il marito Brian. A raccontare la storia, che risale a un anno fa, è stata la nipote che nei giorni scorsi ha pubblicato le foto del messaggio di Tina su Instagram, in un post diventato subito virale.

Subito soccorsa, i paramedici hanno tentato per sei volte di rianimarla ma non ha mai dato segni di vita così, una volta in ospedale, è stata dichiarata morta. La donna è rimasta in quello stato per 27 minuti, prima di risvegliarsi a sorpresa e scrivere quel messaggio. La donna ha raccontato ai giornali la sua incredibile esperienza e, descrivendo quello che ha visto, Tina ha detto: “Era così reale, i colori erano così vibranti“. Poi ha aggiunto che è stata in grado di vedere una figura che crede essere Gesù in piedi di fronte a cancelli neri, con una luce gialla brillante che risplendeva dietro. La nipote, commossa dal racconto della zia, ha deciso così di tatuarsi la scritta sul polso: “La sua storia è troppo reale per non condividerla e mi ha dato una maggiore fiducia in una fede che spesso non si vede”, ha raccontato in un post su Instagram.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

(sharing because this story is too cool not to share) A little over a year ago my Aunt Tina, one of the most amazing, discerning, and healthy people I know had an unexpected cardiac arrest and according to doctors had died and was brought back to life four times by my Uncle Brian and first responders before arriving to the hospital. She was put on a defibrillator and after miraculously waking up the first thing she did, unable to speak because she was intubated, was ask for a pen and in my cousins journal wrote “it’s real”. The people in the room asked “what’s real?” and she responded by pointing up to heaven with tears in her eyes. Her story is too real not to share and has given me a stronger confidence in a faith that so often goes unseen. It has given me a tangibleness to an eternal hope that is not too far away. I love you @_tinahines! The way you boldly love Jesus and others has changed the way I hope to live and love❤️

Un post condiviso da Madie Johnson (@madiejohnson) in data:

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Germania, ondata di caldo eccezionale: uomo si chiude nudo nel frigo di un supermercato

prev
Articolo Successivo

Gatto viene messo in lavatrice e sottoposto a una centrifuga di 35 minuti: è vivo

next