Ancora tensione davanti ai cancelli di Italpizza, colosso delle pizze surgelate del modenese, dove da mesi vanno avanti le proteste dei lavoratori per chiedere l’adeguamento del contratto e le libertà di attività sindacale. Nella giornata di martedì 18 giugno, durante uno dei picchetti, il coordinatore del Si Cobas di Modena, Marcello Pini, è stato immobilizzato dalla polizia e portato in Questura. Come si vede dal video (pubblicato su Facebook dagli stessi lavoratori), il sindacalista sta cercando di calmare i manifestanti che si trovano dietro il cordone di poliziotti in assetto antisommossa. Rivolgendosi a loro, vola anche un’offesa nei confronti di un agente. A quel punto un poliziotto si volta e lo afferra per il collo. Il sindacalista viene poi bloccato da due agenti della polizia e un carabiniere e trascinato dentro il furgone. Qui, secondo la denuncia del sindacato, subisce minacce. “Mentre era immobilizzato dietro la camionetta, un carabiniere lo ha afferrato per il collo e gli ha detto ‘ti conosciamo, stai attento che finisci male'” scrive il Si Cobas. Pini è stato poi denunciato per manifestazione non autorizzata e offese a pubblico ufficiale

video Si Cobas Modena

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Cinema America, nuova aggressione: picchiata l’ex fidanzata del presidente dell’associazione

prev
Articolo Successivo

Bari, pestarono due adolescenti di 15 e 16 anni: denunciata baby gang. C’è anche nipote di un boss

next