“Non ce lo aspettavamo, senza un lavoro come faccio a portare avanti una famiglia?”. A parlare sono Rita e Andrea. Marito e moglie, mamma e papà ed infine colleghi, o meglio, ex colleghi. Entrambi lavoravano a Mercatone Uno, nella sede di Verdello, in provincia di Bergamo e in una notte si sono ritrovati senza lavoro, come centinaia di altri dipendenti. Un messaggio della direttrice, all’una e mezza del mattino, ha stravolto le loro vite: “Da domani i negozi saranno chiusi fino a nuova comunicazione”. A nulla sono valsi i loro 12 anni in azienda e i due contratti a tempo indeterminato. Mercatone Uno è fallito e ora Rita e Andrea si ritrovano con quattro figli, un mutuo da pagare e una vita da reinventarsi. La rabbia è verso Valdero Rigoni, il nuovo proprietario della Shernon holding controllata da una società con sede a Malta: “Se fosse stato più onesto, se ci avesse parlato di questo pericolo di fallimento, almeno i padri di famiglia avrebbero cercato un altro lavoro”.

close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Sei arrivato fin qui

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it e pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi però aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Diventa Sostenitore
Articolo Precedente

Cavalieri del Lavoro, Mattarella firma 25 nomine: tra i nuovi Barilla, Lavazza e lady Bernabei (produttrice di Don Matteo)

prev
Articolo Successivo

Reddito, Tridico (Inps): “1,27 milioni di domande al 31 maggio. Importo medio 531 euro. Solo 12 casi di restituzione”

next