Sono più di 51 milioni i cittadini chiamati alle urne domenica 26 maggio dalle 7 alle 23 per scegliere i 76 deputati in rappresentanza del nostro Paese sui 751 totali. A Bruxelles siederanno fin da subito in 73, mentre i rimanenti, come stabilito dalla Cassazione, prenderanno posto in Aula solo dopo che sarà divenuto effettivo il divorzio della Gran Bretagna dalla UE / Courtesy Giuseppe Sciortino

Il Fatto di Domani - Ogni sera il punto della giornata con le notizie più importanti pubblicate sul Fatto.

ISCRIVITI

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te.

In queste settimane di pandemia noi giornalisti, se facciamo con coscienza il nostro lavoro, svolgiamo un servizio pubblico. Anche per questo ogni giorno qui a ilfattoquotidiano.it siamo orgogliosi di offrire gratuitamente a tutti i cittadini centinaia di nuovi contenuti: notizie, approfondimenti esclusivi, interviste agli esperti, inchieste, video e tanto altro. Tutto questo lavoro però ha un grande costo economico. La pubblicità, in un periodo in cui l'economia è ferma, offre dei ricavi limitati. Non in linea con il boom di accessi. Per questo chiedo a chi legge queste righe di sostenerci. Di darci un contributo minimo, pari al prezzo di un cappuccino alla settimana, fondamentale per il nostro lavoro.
Diventate utenti sostenitori cliccando qui.
Grazie Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Elezioni europee, disagi nel trasporto pubblico: da Torino a Palermo autisti scrutatori o rappresentanti di lista

next
Articolo Successivo

Europee 2019, i sovranisti vogliono restare nell’Unione per conquistarla e trasformarla

next