La procura di Parigi ha aperto un fascicolo ipotizzando il reato di disastro colposo. Le indagini sono affidate alla direzione regionale della Polizia giudiziaria, che ha mobilitato circa 50 investigatori. Gli inquirenti utilizzeranno le immagini registrate dalle telecamere di sorveglianza all’interno e all’esterno della cattedrale. Quando sarà possibile, verranno eseguiti i rilievi necessari, passaggio determinante in un’indagine che si annuncia lunga e complessa alla quale parteciperanno anche numerosi tecnici specializzati, con una divisone in pool investigativi per ogni aspetto da chiarire. Sono già stati ascoltati 15 dipendenti delle 5 ditte impegnate nei lavori e si sta focalizzando l’attenzione sul primo allarme, suonato alle 18.20

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Incendio Notre-Dame, iniziata la raccolta fondi. Le donazioni private per la ricostruzione superano già i 600 milioni

next
Articolo Successivo

Notre-Dame, l’esperto del Mibac: ‘Con una manutenzione costante, interventi meno invasivi: così si fa vera prevenzione’

next