Durante una cena in un ristorante di Bari a cui, oltre all’ex presidente della Provincia Martino Tamburrano e gli imprenditori, ha partecipato anche il maresciallo dei carabinieri Antonio Bucci (indagato a piede libero), il politico ha affermato senza mezzi termini: “Io oggi diciamo che ho affermato che la Provincia la comando io”.  È una delle intercettazioni della Guardia di finanza che ha portato all’arresto in carcere di Tamburrano con l’accusa di corruzione. Non sapendo di essere ascoltato, un imprenditore considerato corruttore dell’ex presidente lo apostrofa così: “È più mafioso di Totò Riina…”