Ancora in calo gli ascolti per la quarta puntata del Festival di Sanremo che è stata vista da 9.552.000 telespettatori con il 46,1% di share. Per la precisione nella prima parte, in onda dalle  21.24 alle 23.39, ha ottenuto 11.170.000 spettatori e il 45,5% mentre nella seconda, in onda dalle 23.43 alle 24.51, erano 6.215.000 con il 48.6%. La quarta serata dell’edizione 2018, in onda il 9 febbraio, aveva ottenuto 10.108.000 telespettatori e il 51,1% di share.

Nel dettaglio la prima parte, in onda dalle 21.36 alle 23.51, era stata vista da 12.246.000 e il 49,1% mentre nella seconda parte, dalle 23.56 all’1.26, aveva incollato allo schermo 6.849.000 e il 57,4%. Nel paragone secco con lo scorso anno mancano all’appello ben cinque punti di share e quasi 600 mila telespettatori. Una tendenza che si è confermata nei giorni e che dopo la finale dovrebbe portare la media lontana di non pochi punti rispetto a quella del 2018.

Il picco in valori assoluti arriva alle 21.45 con 13.032.000 telespettatori mentre Bisio lancia il tour di Ligabue, in share alle 00.50 si tocca il 51,3% durante la premiazione di Motta e Nada per il miglior duetto della serata. Risultati che sembrano confermare anche le critiche che arrivano dai giornali, siti o social. Un Festival che ha ridotto al lumicino i momenti comici, riempiendo troppo le serate di esibizioni e non riuscendo a trovare i testi giusti per creare curiosità. Unico ospite della serata Luciano Ligabue che siede un trono e poi si esibisce prima da solo poi con Baglioni omaggiando Guccini con “Dio è morto”.

Sul palco arrivano tutti e ventiquattro i big in gara che per la serata dedicata ai duetti vengono affiancati da artisti “extra”. E’ già partito il totovincitori e i nomi che circolano maggiormente sono cinque: Achille Lauro, Loredana Bertè, Arisa, Mahmood e Ultimo. Il trio di conduttori conferma l’assenza di feeling, l’amalgama tra i tre non si è creata. Meno uno poi il Festival finirà in archivio fino al prossimo febbraio.
close

Prima di continuare

Se sei qui è evidente che apprezzi il nostro giornalismo. Come sai un numero sempre più grande di persone legge Ilfattoquotidiano.it senza dover pagare nulla. L’abbiamo deciso perché siamo convinti che tutti i cittadini debbano poter ricevere un’informazione libera ed indipendente.

Purtroppo il tipo di giornalismo che cerchiamo di offrirti richiede tempo e molto denaro. I ricavi della pubblicità ci aiutano a pagare tutti i collaboratori necessari per garantire sempre lo standard di informazione che amiamo, ma non sono sufficienti per coprire i costi de ilfattoquotidiano.it.

Se ci leggi e ti piace quello che leggi puoi aiutarci a continuare il nostro lavoro per il prezzo di un cappuccino alla settimana.

Grazie,
Peter Gomez

Articolo Precedente

Festival di Sanremo 2019, la quarta serata: Motta e Nada vincono il miglior duetto ma il pubblico dell’Ariston fischia – FOTO e VIDEO

next
Articolo Successivo

Sanremo 2019, Rocco Papaleo inciampa e cade in diretta al Dopofestival

next