Un sito con 40 mummie è stato scoperto in Egitto, nel sito archeologico di Touna El-Jabal, nei pressi di Minya, a città poco più di 200 km sud del Cairo. È il terzo anno consecutivo che viene annunciato un rinvenimento nell’area e stavolta, oltre alle mummie, sono stati trovati anche “numerosi utensili in ceramica“.  Le mummie, in tutto una quarantina, sono state trovate all’interno di camere funerarie scavate nella roccia. Appartengono a una famiglia della classe media, ha riferito l’agenzia Mena citando il ministero delle Antichità. Il periodo indicato dall’agenzia per datare le mummie è vasto (periodo tolemaico, romano o bizantino) e si presume quindi che la piccola necropoli sia stata utilizzata per secoli. Le mummie sono in buone condizioni e almeno dieci, piccole, sono di bambini. Alcune sono decorate con scritture a mano in demotico, una forma usata appunto dalla gente comune. Sono stati trovati anche numerosi utensili in ceramica, papiri e sarcofagi colorati.