“Le nuove intercettazioni sul caso Cucchi e le pressioni sui testimoniQuanto apparso oggi sui giornali dovrà essere valutato compiutamente dall’autorità giudiziaria. Quando lo avrà fatto, verificheremo i significati da dare a frasi come ‘spirito di corpo‘. Quando il quadro sarà chiaro, faremo quello che dovremo fare”. A replicare è stato il Comandante Generale dei Carabinieri, Giovanni Nistri, a margine dell’inaugurazione della scuola Ufficiali dell’Arma, rispondendo sulle nuove intercettazioni emerse relative al caso Cucchi. “Se c’è un problema diffuso di ‘omertà’ nell’Arma? Io non ho mai parlato di ‘mele marce’ – ha puntualizzato – ma di persone che vengono meno al loro dovere. E il venire meno al dovere va accertato”, ha aggiunto Nistri.
Proprio durante il suo intervento il generale aveva parlato della ‘responsabilità’ che deve avere “chiunque indossi questa uniforme”. E ancora “Voi allievi sarete chiamati ad intercettare disagi e bisogni, a garantire la libera fruizione dei diritti di ciascuno, ad assicurare il rispetto della dignità di tutte le persone, specie di quelle in condizioni di fragilità e sottoposti alla nostra custodia. L’affermazione della custodia deve essere sempre scevra da gratuita violenza e angheria”, ha aggiunto Nistri.

Sostieni ilfattoquotidiano.it: mai come in questo momento abbiamo bisogno di te

In questi tempi difficili e straordinari, è fondamentale garantire un'informazione di qualità. Per noi de ilfattoquotidiano.it gli unici padroni sono i lettori. A differenza di altri, vogliamo offrire un giornalismo aperto a tutti, senza paywall. Il tuo contributo è fondamentale per permetterci di farlo. Diventa anche tu Sostenitore

Grazie, Peter Gomez

ilFattoquotidiano.it
Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Precedente

Migranti, Salvini: “Promesse non mantenute? Lavoriamo in silenzio, con tutto il rispetto”. E replica stizzito pure sul ruolo di Conte

next