“Il patrimonio positivo di valori che il M5s ha utilizzato ed evocato rischia di dissolversi nel braccio di ferro tra Di Maio e Salvini. Alla fine chi ne pagherà il conto non sarà il ministro dell’Economia, ma la democrazia in Italia”. Intervista, in esclusiva, del Fatto.it al sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, sui temi dell’attualità politica: il rapporto tra i due partiti di governo, M5s e Lega, il ruolo delle opposizioni, la ricerca del Partito democratico (a cui Orlando si è iscritto da nove mesi) di una propria identità e il futuro dell’Italia. “Oggi riscontro un populismo dell’intolleranza che ricorda il primo Mussolini. Siamo in una fase storica pre-fascista”.

Sostieni ilfattoquotidiano.it ABBIAMO DAVVERO BISOGNO
DEL TUO AIUTO.

Per noi gli unici padroni sono i lettori.
Ma chi ci segue deve contribuire perché noi, come tutti, non lavoriamo gratis. Diventa anche tu Sostenitore. CLICCA QUI
Grazie Peter Gomez

Sostieni adesso Pagamenti disponibili
Articolo Successivo

Il messaggio di Orlando al Pd: “Qui ho vinto parlando di accoglienza, lista Salvini all’1%. Lucano? Distrutto un modello che salva vite”

next