Rallentano le prime quattro forze politiche, guadagnano voti i partiti minori. È il riassunto del sondaggio settimanale commissionato a Swg dal Tg La7, che mostra sia Lega che Movimento 5 Stelle in leggera flessione rispetto a sette giorni fa. Il partito di Salvini resta la prima forza politica ma perde lo 0,5 per cento, assestandosi al 30,5; l’alleato di governo, invece, lascia sul terreno quasi un punto percentuale, passando dal 29,0 al 28,1 per cento. Calano anche il Partito democratico (dal 17,2 al 17,1, -0,1%) e Forza Italia (dall’8,3 all’8,0, -0,3%).

A guadagnare consensi, invece, sono le forze più piccole: Fratelli d’Italia passa dal 3,5 al 4,1 (+0,6%). Bene anche Liberi e Uguali, che guadagna lo 0,6% (dal 2,3 al 2,9) e Potere al Popolo, che sale dal 2,1 al 2,5 (+0,4%). In controtendenza +Europa di Emma Bonino (-0,1%, dal 2,7 al 2,6).

Nella rilevazione del Tg di Enrico Mentana c’è anche un quesito su quota 100: il 64% del campione ritiene la riforma “giusta, perché corretta verso i lavoratori e potrebbe creare posti di lavoro per i giovani”, il 26%sbagliata, perché fa aumentare il debito pubblico che i giovani dovranno ripagare”. Inoltre, il 54% degli intervistati si dice “preoccupato dall’andamento delle borse e dello spread”, il 33% “poco o per niente”.